Fare soldi senza lavorare: è davvero possibile?

È davvero possibile fare soldi senza lavorare? Un numero sempre maggiore di persone si sta ponendo questa domanda in un’era in cui le Grandi Dimissioni sono sulla bocca di tutti. Abbiamo deciso di mostrarti nelle prossime righe, ciò che significa guadagnare senza lavorare. Continua a leggere per scoprirlo!

 

Fare soldi senza lavorare è possibile?

Ammettiamolo, guadagnare senza lavorare è il sogno di tutti. Tuttavia, si tratta meramente di un sogno, appunto. La verità, infatti, è un’altra: non esistono soldi facili e per ottenere ciò che si vuole nella vita, bisogna percorrere una strada fatta di ostacoli che ci porteranno al successo.

Per guadagnare, quindi, c’è bisogno di lavorare, in qualsiasi modo. Certo, ciò non significa necessariamente passare 10 ore in fabbrica per ottenere uno stipendio modesto. Infatti, oggigiorno, sono diverse le alternative a disposizione di tutti che offrono numerose opportunità di guadagno.

Si parla molto delle cosiddette entrate passive che necessitano anch’esse di una grossa mole di impegno e di valore, almeno nelle fasi iniziali. Oppure, si può iniziare a guadagnare sfruttando il potenziale di internet e dell’online.

Immagina, quindi, di voler guadagnare aprendo un blog che tratti di una specifica nicchia. Nel 2022 non avrai troppi problemi a creare un sito web da zero, realizzare numerosi contenuti per attirare quanto più traffico possibile, collegarli tra di loro tramite link e iniziare a guadagnare sfruttando la pubblicità oppure l’affiliate marketing.

Una volta passate queste fasi iniziali, il tuo blog raggiungerà un buon numero di visite e ti porterà un certo volume di guadagni. Adesso, è arrivato il momento di rallentare ma continuare a lavorare con costanza andando ad aggiornare i post vecchi e pubblicando qualche contenuto al mese. In questa maniera, potrai farlo diventare un metodo di guadagno semiautomatico.

Ciò detto, per arrivare a questo punto è necessario lavorare tantissimo, investendo grandi quantità di tempo (anche di denaro, alcune volte) e mettendo in conto che, all’inizio, il tuo guadagno sarà praticamente zero.

Un approccio di questo tipo è valido per qualsiasi tipologia di business, anche con la vendita di ebook. Per scrivere un libro di questo tipo, ci impiegherai sicuramente mesi ma una volta scritto, sfruttando i giusti metodi per promuoverlo ti frutterà un guadagno passivo.

 

Differenza tra reddito attivo e reddito passivo

Nel paragrafo precedente abbiamo accennato al concetto di reddito passivo che va in contrapposizione con il reddito attivo.

Per prima cosa, per reddito attivo si intendono tutti quei soldi guadagnati con il proprio “sudore della fronte”. Chiariamo: andare in ufficio per 8 ore e vedere il bonifico a fine mese, questo è reddito attivo. Fare una consulenza di 1 ora, scrivere dei contenuti commissionati da terzi, etc. Tutto ciò è reddito attivo.

Come accennato, invece, non esiste un vero e proprio reddito passivo in quanto significherebbe ottenere denaro senza fare assolutamente niente. Potrebbe essere il caso del guadagno derivante da affitti di immobili, ammesso che quell’immobile tu ce l’avessi già in dote.

Quindi, sarebbe più corretto parlare di guadagno semi-automatico. Ma in questo articolo li continueremo a chiamare redditi passivi (in inglese, passive income) che è come sono conosciuti popolarmente.

All’interno di questo insieme, racchiudiamo tutti quei metodi che consentono di avere dei guadagni “automatici” dopo aver lavorato, impostato il progetto e messo ogni tassello al proprio posto.

Pertanto, è importante fare la prima smentita: senza lavoro, non si può guadagnare. Con i redditi passivi, infatti, potrai lavorare inizialmente anche 12 ore al giorno ottenendo 0 € di guadagni. Una volta impostato correttamente il metodo di guadagno, non è raro avere entrate di 5000 € al mese lavorando sole 3 ore giornaliere. Praticamente, non esiste alcun tipo di relazione tra guadagno e tempo ed è proprio questo che caratterizza le entrate passive.

L’esempio perfetto è quello relativo al blog. Dopo aver realizzato il sito, creato contenuti, trovato i migliori metodi di guadagno, il blog sarà in grado di produrre una rendita semi-automatica che, però, sarà costante solamente se continuerai a dargli la giusta attenzione attraverso l’aggiornamento dei contenuti e la pubblicazione di altri.

 

Guadagnare senza lavorare: 11 fonti di reddito passivo

1. Guadagnare con un blog

Tra le 11 fonti di reddito passive di questa lista non può mancare l’intramontabile blog, probabilmente una delle opzioni preferite da migliaia di persone che bazzicano nel web. Con il blog, come avrai capito, potrai guadagnare in diverse maniere. Ma vediamo brevemente come iniziare.

Innanzitutto, è necessario acquistare un dominio e realizzare un buon sito web che sia soprattutto veloce. Poi, dovrai pubblicare una grande quantità di contenuti (almeno nella fase iniziale) per intercettare quanto più traffico possibile.

Il prossimo passo è quello di scegliere un metodo di guadagno senza lavorare affidabile e profittevole. Puoi utilizzare Google Adsense, sfruttare le potenzialità dell’affiliate marketing, farti pagare per ospitare altri post da parte di persone interessate a fare link building, iniziare a vendere prodotti e servizi tuoi tramite i tuoi contenuti.

Insomma, le alternative a tua disposizione sono davvero varie. Ecco perché è ritenuto da molti come uno dei metodi di guadagno migliori e più soddisfacenti.

 

2. Investire in borsa

Proseguendo nell’ottica di guadagnare senza lavorare, investire in azioni è sicuramente una delle alternative più profittevoli. Anche se non sempre. Generalmente, per ottenere dei guadagni interessanti quando si investe in azioni, bisogna movimentare grandi quantità di denaro.

Ciò è particolarmente vero se si vuole ottenere profitto nel breve termine. Diverse è nel caso in cui si guardi nel lungo periodo in cui bastano anche qualche migliaio di euro per poi ottenere dei profitti dopo 10 oppure 20 anni.

Detto questo, con le azioni si può operare anche in maniera diversa attraverso il day trading, quella pratica che ha l’obiettivo di guadagnare dalle oscillazioni giornaliere dei valori dei titoli. In questa maniera, non è complicato guadagnare anche 50/60 € al giorno. Tuttavia, un approccio di questo tipo esula dal concetto di “reddito passivo” puro perché prevede un’attività manuale e giornaliera da parte dell’investitore.

 

3. Fare l’ influencer

Tra i “lavori” più ambiti del nuovo millennio c’è quello dell’influencer. Questa figura mitologica, mezzo uomo e mezzo smartphone, è anche chiamato Creator ed è uno di professionisti più apprezzato dalle aziende negli ultimi tempi.

Diventare un influencer non è semplice, sfatiamo questo mito. Affinché sia possibile raggiungere questo risultato bisogna avere un certo seguito su alcuni dei principali social media attualmente in circolazione come Instagram, Facebook e TikTok.

Ma come fare? Il “segreto” è pubblicare dei contenuti di qualità che si rivolgono ad una certa nicchia di persone che li apprezzerà. In questa maniera, anche con un po’ di passaparola, il tuo profilo diventerà famoso in quella categoria di pubblico e sarai un punto di riferimento per quelle persone.

Successivamente, potrai stringere degli accordi con le aziende che sono interessante a rivolgersi alla tua stessa nicchia in maniera naturale. La conseguenza è che verrai pagato oppure ti sarà data l’opportunità di provare prodotti in esclusiva e ricevere omaggi.

 

4. Fare soldi senza lavorare affittando immobile

Ma un modo per fare soldi senza lavorare c’è: si tratta dell’affitto di immobili. Certo, ci sono alcune considerazioni preliminari da fare. In primo luogo, bisogna essere in possesso di uno o più immobile da mettere a reddito per ottenere guadagni derivanti dagli affitti. Se sei fortunato, puoi iniziare già da ora e guadagnare anche migliaia di euro al mese semplicemente dando le chiavi di casa ad uno o più inquilini.

Il problema sorge nel caso in cui non disponessi di alcun tipo di immobile. In questa situazione, dovresti acquistare uno o più appartamenti, rimetterli a nuovo (con tutte le spese che ne derivano) e poi affittarli ritornando nell’investimento e poi, successivamente, andando a profitto.

Anche con questo metodo, quindi, c’è bisogno di impegno, lavoro e, nella maggior parte dei casi, anche di investimenti per ottenere un futuro profitto e delle entrate automatiche.

 

5. Vendere corsi online

Se hai una passione e sei bravo in ciò che fai, potrebbe essere una buona idea cercare di erudire gli altri sulla tua stessa materia attraverso un corso online. Anche in questo caso, ci sono diversi modi per vendere un prodotto di questo tipo su internet.

La prima cosa da fare è.. registrare il corso. Quindi, dovrai capire quali sono gli argomenti da voler trattare, con quale profondità e qual è la strumentazione che ti serve.

Una volta prodotto il corso, sarà necessario iniziare a venderlo. Puoi utilizzare piattaforme online come Udemy che ti permettono di accedere ad un bacino di utenti davvero consistente e che è già alla ricerca di videocorsi. Oppure, puoi scegliere di aprire un sito web tutto tuo in cui consentirai agli utenti che lo visiteranno di procedere con l’acquisto del corso e consumarlo quando e quante volte vorranno.

 

6. Vendere fotografie su marketplace specializzati

Con le passioni e le proprie skill non è sempre necessario creare da zero un corso online e venderlo. Puoi anche guadagnarci direttamente. Ad esempio, se sei un appassionato di fotografie e sei un mago della macchina fotografica, un metodo di guadagno riguarda proprio la vendita dei tuoi scatti.

Ci sono decine di siti come Shutterstock che ti consentiranno di registrare un account utente e caricare le tue fotografie da vendere. Il segreto per iniziare a racimolare qualche centinaio di euro su questi siti è quello di realizzare degli scatti sulla base del trend del momento.

In questa maniera, un numero maggiore di utenti sarà interessato ad effettuare il download dei tuoi scatti e tu guadagnerai denaro da queste azioni. Rappresenta un metodo di guadagno semi-automatico perché una volta scattate le foto non dovrai far altro che caricarle e iniziare a guadagnare!

 

7. Aprire un negozio online

Oggigiorno, piattaforme come Shopify consentono di aprire negozi online in un batter d’occhio e senza troppe competenze in termini di programmazione. Quindi, se hai intenzione di vendere prodotti e servizi tramite internet, aprire uno store online è una delle scelte migliori da valutare.

Attraverso un ecommerce, infatti, potrai caricare un catalogo, scegliere i prezzi di prodotti e servizi, intercettare pubblico e iniziare a vendere.

Potrebbe sembrare semplice ma non lo è e nel lungo periodo potrebbe diventare un vero e proprio lavoro a tempo pieno. Infatti, dovrai tener conto della parte contabile, amministrativa, gestire e spedire gli ordini. Tutto ciò non esclude il fatto che tu possa strutturarti e assumere dipendenti che facciano questo lavoro per te.

In ogni caso, una volta avviata l’attività, tramite le giuste strategie di marketing, inizierai a vendere in maniera automatica a fare soldi senza lavorare.

 

8. Iniziare un business di dropshipping

Quando si parla di dropshipping si fa riferimento alla vendita online di prodotti attraverso uno o più store online. In pratica, nel dropshipping ci sono tre soggetti coinvolti nella vendita: l’acquirente acquista dal sito web del dropshipper, il dropshipper gira l’ordine al fornitore che si occuperà di impacchettare e spedire il prodotto.

Si tratta di un ottimo metodo per guadagnare online che ti libera da una serie di attività che nel lungo periodo potrebbero risultare molto time consuming. Inoltre, attraverso il dropshipping non dovrai mantenere un magazzino e affrontare tutti i costi che ne derivano sia in termini di tasse che di deterioramento della merce. L’aspetto negativo è che potrebbe essere più complicato gestire i resi e tutto ciò che concerne il customer service.

 

9. Creare un canale di Youtube

Tra gli ultimi metodi per ottenere un guadagno passivo, troviamo anche l’apertura di un canale YouTube. Il canale YouTube è concettualmente molto simile ad un blog.

Infatti, per iniziare ad avere una certa importanza su YouTube, dovrai creare una serie di contenuti che possano intercettare dei problemi, dei dubbi o delle richieste della tua nicchia di riferimento.

Quindi, per prima cosa, scegli quali saranno gli argomenti di cui parlare che faranno parte di una macrocategoria. Ad esempio, potresti parlare di finanza e scegliere all’interno di questa categoria la nicchia delle criptovalute.

Successivamente, individua quali sono i temi più interessanti di questa nicchia e inizia a produrre dei contenuti che possano anche essere facilmente collegabili tra di loro.

Per guadagnare su YouTube ci sono diversi metodi: tramite le visualizzazioni, tramite accordi di collaborazioni con aziende oppure attraverso l’affiliate marketing scegliendo le piattaforme del tuo settore che offrono questa opportunità.

 

10. Scrivere un ebook

Hai mai pensato di scrivere un ebook e di iniziare a venderlo online? Devi sapere che il Self Publishing è uno dei metodi di guadagno attualmente più diffusi e competitivi. Tradotto: ci sono importanti opportunità per fare soldi. Tutto ciò che devi fare è trovare una nicchia, scegliere di quale argomento parlare e pubblicarlo su un sito web come Amazon.

Per raggiungere questo obiettivo, però, è necessario scrivere l’ebook. Potresti scegliere di scriverlo tu stesso se sei dotato delle skill necessarie, oppure affidarti ad un ghostwriter che si occuperà di tutto. Una volta che avrai (o avrà) realizzato l’ebook, il suo successo inizierà a portarti guadagni automatici derivanti dall’acquisto effettuato dagli utenti interessati a questo argomento.

 

11. Prestare soldi con il Crowdlending

Infine, l’ultimo metodo di guadagno rientra di diritto tra i “redditi passivi”. Infatti, attraverso il crowdlending, tutto ciò che devi fare è mettere a disposizione degli altri il tuo denaro in cambio di interessi. Ovviamente, l’ammontare di interessi che andrai a guadagnare dipenderà molto dai rischi associati allo stesso prestito.

Il vantaggio di questo approccio è che imprese e privati non si dovranno rivolgere ai tradizionali intermediari finanziari e potranno accedere a liquidità a tassi di interessa più vantaggiosi. Inoltre, nel caso tu abbia già in dote del denaro, si tratta di un vero e proprio modo per guadagnare senza lavorare.

La discriminante di questo metodo di guadagno è quella di avere dei soldi a disposizione. Nel caso tu li abbia, bene. In caso contrario, dovrai utilizzare uno degli altri 10 metodi di guadagno per sfruttare le potenzialità del crowdlending.

 

Un lavoro che piace è un “lavoro”?

Oltre alla semplice distinzione tra fonti attive di reddito e fonti passive, è importante valutare quanto ci piace fare una determinata attività. Si dice, infatti, che: “fai quello che ti piace fare e non lavorerai neanche un giorno”, giusto?

Ecco, sebbene si tratti di un lavoro, qualunque esso sia, che richiede un certo grado di professionalità, quando è quello che ci piace veramente fare, non lo vedremo mai come un vero lavoro.

Ad esempio, ad un avvocato tendenzialmente piacerà avere a che fare con leggi e problematiche ad esse relative, a chi piace scrivere non vedrà come un lavoro quello del copywriting e così via. Lo stesso discorso si può applicare ad un musicista che ama il suo strumento e che ha sempre voglia di suonarlo, di imparare e di scrivere nuovi brani.

Detto questo, non tutti hanno la fortuna di fare ciò che gli piace fare. Quindi, uno degli obiettivi della tua vita potrebbe essere proprio quello di capire qual è la tua passione e cercare un lavoro che la abbracci a 360°. In definitiva, svolgere un lavoro che ci piace fare può creare la sensazione di non vederlo affatto come un lavoro e, quindi, come un peso.

 

Conclusioni sul fare soldi senza lavorare

Quindi, si possono fare soldi senza lavorare? La risposta, purtroppo, è no. Qualsiasi sia il metodo di guadagno che hai scelto, è importante avere un certo grado di impegno e di costanza affinché sia possibile raggiungere i risultati sperati. Altrimenti, sarà impossibile guadagnare senza lavorare in un futuro.

Certo, c’è sempre un’altra ipotesi: delegare. In questa maniera, potrai scegliere chi farà il lavoro al posto tuo lasciandoti il tempo libero di goderti la vita oppure di sviluppare altri metodi di guadagno. Detto questo, è importante avere una buona base economica da cui partire per poter affidare progetti ad altri professionisti che lavoreranno al tuo posto.

- POTREBBE INTERESSARTI -

Soldisulweb non è responsabile delle tue perdite nel trading e scommesse.

soldisulweb360@gmail.com

Il nostro blog

Inizio

Blog